domenica 7 aprile 2013

L'accordo


L'accordo era che non poteva toccarmi. Quindi si servì del vibratore. Lo azionò senza pensarci troppo e si accarezzò le labbra della fica con quello. Poi se lo infilò con forza. Cominciò a godere, cominciò a gocciolare. Era il momento del suo orgasmo, lo affondò in culo, fin dove poteva arrivare. Spingendo. Lo usava come un cazzo per aumentare sempre di più la sua eccitazione. Si inarcò, in un completo esaurimento. Poi strinse le gambe: "GODOOOOOO"


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento, mi farà piacere!

Link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...